10 cose che dovresti sapere se vuoi iniziare a salvare i semi

Man mano che il tuo giardino inizia a dare frutti, dovrai imparare a conservare correttamente i semi.

Se vuoi iniziare a salvare i semi, ti consigliamo fagioli o piselli. Perché? I legumi sono i semi più facili da conservare e i più facili da germinare. Non puoi sbagliare. Quindi puoi imparare le basi.

Come conservare i semi.

Coltivare una pianta per salvare il suo seme è diverso dal coltivarlo per mangiarlo.

Affinché una pianta come la lattuga produca semi, devi aspettare i suoi gambi di fiori lisci, che alla fine producono piccoli baccelli. Ormai, le foglie di lattuga sono quasi gialle, rugose e amare. Lo stesso vale per la maggior parte delle colture: non puoi mangiare e salvare il seme ; È una cosa o un'altra. Ma non preoccuparti, una singola pianta produce molti semi .

Non perdere tempo con i semi di varietà ibride.

Semi ibridi, due varietà che sono state incrociate tra loro (impollinate tra loro) per produrre una terza varietà. Se salvi e pianti questi semi, ogni seme diventerebbe una pianta con una combinazione casuale dai suoi genitori originali, che raramente produce qualcosa che vorresti mangiare.

Salva i semi delle migliori piante.

Il salvataggio dei semi sta partecipando al processo di selezione naturale. Se salvi i semi del solo più grande pomodoro del gruppo e li ripianti anno dopo anno, finirai con semi che producono piante in cui tutti i pomodori sono più grandi. Lo stesso vale per quasi tutte le altre funzionalità. Vuoi che i pomodori maturino prima? Salva i semi dei primi frutti in modo che maturino ogni anno. Vuoi piante resistenti alle malattie? Non salvare quelli infestati. Non devi essere uno scienziato, come regola generale, salva solo i semi delle tue piante più sane, più robuste e gustose .

Salvare i semi può essere un processo laborioso.

I semi di pisello sono grandi e facili da estrarre dai loro baccelli. Ma sono un'eccezione. I semi di carota, ad esempio, non sono più grandi di una pulce, molto difficili da maneggiare.

Il processo varia a seconda della pianta, ma di solito comporta la trebbiatura (che separa il seme dalla pianta) e la vagliatura (che separa il seme dal suo guscio). Se stai conservando troppi semi, eseguirai tutti questi compiti a mano.

I semi possono avere un cattivo odore.

I semi che crescono in frutti umidi e carnosi (pomodori, meloni e cetrioli, per esempio), a differenza di un baccello secco (il caso della maggior parte delle verdure, erbe e legumi), spesso richiedono passaggi aggiuntivi per estrarre. . Questo tipo di seme è all'interno di una sostanza appiccicosa, dalla quale non lo otterrai facilmente. Il modo migliore è metterlo in un barattolo o un secchio con un po 'd'acqua e lasciarlo marcire un po'. Il processo di fermentazione migliora la germinazione del seme. Quindi il liquido puzzolente viene filtrato, i semi vengono estratti ed essiccati.

Alcuni semi sono più facili da conservare rispetto ad altri.

I semi sono il prodotto dell'impollinazione, la versione botanica del sesso. Alcune colture si autoimpollinano. Queste colture, tra cui fagioli, piselli, pomodori, peperoni o cavolfiori, sono tra le più facili da salvare perché non è necessaria alcuna conoscenza botanica speciale per garantire che i semi crescano correttamente.

Il sesso vegetale complica le cose.

È nelle colture a impollinazione incrociata - quelle che hanno bisogno del polline di una pianta vicina - dove le cose si complicano. Questo gruppo comprende cetrioli, mais, zucca o meloni. Se hai più di una varietà della stessa verdura impollinata nelle vicinanze, il polline di una di esse finirà inevitabilmente nei fiori dell'altra, dando origine a semi ibridi.

Esistono diverse strategie per evitarlo, che vanno dalla coltivazione di varietà diverse alle estremità opposte, al posizionamento di sacchetti di plastica su alcuni fiori per escludere il polline indesiderato. Un'altra opzione? Basta coltivare una sola varietà di queste colture particolari alla volta.

I semi non sono vitali fino a quando non sono completamente maturi.

Devi aspettare che il seme sia completamente maturo prima di raccoglierlo - se lo fai troppo presto, il seme non germoglierà. La maturità ottimale dei semi è generalmente successiva alla maturità ottimale delle colture. I semi di pisello non sono pronti fino a quando il baccello non è marrone, asciutto e inizia ad aprirsi.

I semi ben essiccati sono vitali.

I semi devono essere completamente asciutti. L'essiccazione è la fase finale della maturazione. I semi bagnati dovrebbero essere asciugati in un luogo caldo. Per sapere se il seme è abbastanza asciutto, mettici un'unghia e vedrai se è morbido e non ancora pronto.

La conservazione corretta è importante.

Dovresti conservare i semi essiccati in buste di carta o pacchetti di semi etichettati con il nome della varietà e la data del raccolto. Per una migliore conservazione, conservare i pacchetti di semi in barattoli chiusi in un luogo fresco e buio. Qualsiasi seme immagazzinato in questo modo sarà vitale per alcuni anni, alcune colture possono essere mantenute per un decennio o più.

Articoli Correlati