15 antibiotici naturali

15 antibiotici naturali

La resistenza che i batteri hanno raggiunto agli attuali antibiotici stanno diventando uno dei principali problemi della medicina attuale nel mondo. Sembra che gli attuali antibiotici rimandino il problema solo quando i batteri diventeranno resistenti a questi farmaci .

Se gli antibiotici fossero stati controllati e il loro uso fosse stato rigorosamente ridotto all'uso ospedaliero e non fosse uscito da lì, gli antibiotici avrebbero potuto essere utili all'umanità molto più a lungo di quanto lo saranno.

Ma possiamo aiutare a mitigare questo grande problema che sta arrivando all'umanità, possiamo iniziare a consumare antibiotici naturali, che in determinate circostanze e sotto controllo medico possono essere molto utili. Sono anche antibiotici da banco.

Antibiotici naturali per la gola, per la pelle, per le infezioni urinarie, per flemmoni, mal di denti e molti altri disturbi.

Se ti piace questo tipo di oggetto, lo troverai sicuramente interessante: 10 piante che purificano l'aria nella tua casa .

Ecco un elenco dei 15 migliori antibiotici naturali. L'elenco è stato compilato da Stephen Buhner, autore del libro Antibiotici a base di erbe: alternative naturali per il trattamento dei batteri resistenti ai farmaci.

  1. Acacia.
  2. Assenzio.
  3. Aglio.
  4. Aloe.
  5. Crytolepis.
  6. Echinacea.
  7. Juniper.
  8. Eucalipto.
  9. Semi di pompelmo
  10. Zenzero.
  11. Miele.
  12. Sigillo d'oro radice.
  13. Liquirizia.
  14. Saggio.
  15. Usnea.
15 antibiotici naturali

1. Acacia.

Le sue proprietà principali sono:

  • antibatterico È usato per combattere i batteri.
  • Anticatarrale . Serve per combattere il raffreddore.
  • Antifungini. Distruggono o inibiscono la crescita e la riproduzione dei funghi.
  • Antielmintico . Agisce contro i parassiti intestinali.
  • Mucoso antinfiammatorio . Riduce l'infiammazione delle mucose.
  • Antimicrobica. Combatte i microrganismi o ne previene la comparsa.
  • Astringente. Previene e aiuta ad eliminare i gas dal tratto digestivo, alleviando coliche e spasmi.
  • Emostatico. Efficace per fermare l'emorragia.
  • Mucillaginoso. Stimola il sistema digestivo.
  • Sedativo. Lenisce o calma il dolore o l'eccitazione nervosa.

Usi e forme di consumo:

  • Infuso: bollire 28 gr di acacia in 475 ml di acqua per 15-30 minuti e lasciar riposare per una notte.
  • Lavaggio: utilizzare un'infusione di foglie, steli e baccelli per lavare le ferite infette.
  • Polvere: applicare su infezioni e ferite da funghi. Può anche essere usato per fermare l'emorragia da una ferita e prevenire l'infezione.
  • Pasta: combinare una parte di pasta di acacia con 3 parti (in volume) di acqua distillata. Depositare in una bottiglia chiusa o in un barattolo e conservare in frigorifero. Lascia che si dissolva e si mescoli di tanto in tanto. Dose: 1 o 2 cucchiai (15-30 ml) tutte le volte che è necessario per l'infiammazione e il dolore nel tratto gastrointestinale.

2. Assenzio.

usi assenzio

Precauzioni: evitare dosi elevate durante la gravidanza. Le infusioni concentrate hanno causato l'aborto nei ratti, sebbene le infusioni deboli siano considerate sicure. L'olio essenziale non deve essere ingerito. Piccole dosi possono portare a insufficienza renale e persino alla morte. L'uso prolungato ed eccessivo dell'erba per anni può causare danni al sistema nervoso centrale a causa degli alti livelli di tujone. L'uso di questa pianta nella medicina popolare è molto diffuso, ma bisogna riconoscere che l'assenzio è un'erba forte e dovrebbe essere usato con cautela.

Le sue proprietà principali sono:

  • Antimebian Lotta contro le infezioni causate da Entamoeba histolytica.
  • antibatterico È usato per combattere i batteri.
  • Antifungini. Distruggono o inibiscono la crescita e la riproduzione dei funghi.
  • Antiepatico: riduce l'infiammazione del fegato.
  • Antinfiammatorio.
  • Antipiretico. La febbre diminuisce
  • Coleretico: stimola la produzione di bile nel fegato sportivo.
  • Diaforetico: questo ti fa sudare.
  • Stimolante gastrico.
  • Immuno-modulazione.
  • Vermifugo: uccide i nematodi.

Usi e forme di consumo:

Capsule: da 1 a 5 capsule 4 volte al giorno.

3. Aglio

medicina naturale all'aglio

L'aglio è considerato negli ultimi secoli uno dei rimedi naturali più efficaci. È ricco di antiossidanti, in grado di contribuire alla distruzione dei radicali liberi, responsabile del deterioramento dell'azione del corpo, che nel tempo può portare a malattie cardiache e cancro. L'aglio aiuta a ridurre la pressione sanguigna, combattere le infezioni della pelle e proteggere il cuore.

Precauzioni: L' aglio può causare nausea e vomito se assunto in grandi quantità. L'aglio non è raccomandato per le madri che allattano.

Le sue proprietà principali sono:

  • antibatterico È usato per combattere i batteri.
  • Antidolorifico
  • Antifungini. Distruggono o inibiscono la crescita e la riproduzione dei funghi.
  • Antispasmodico: aiuta a ridurre gli spasmi muscolari dell'intestino.
  • Antielmintico: agisce contro i parassiti intestinali.
  • Antiparassitario.
  • Antiprotozoico.
  • Antisettico: impedisce lo sviluppo di microrganismi patogeni.
  • Antivirale. Combatte i virus e ne impedisce la riproduzione.
  • Colagoga: provoca l'evacuazione della bile.
  • Diaforetico: questo ti fa sudare.
  • Ipotensivo Abbassa la pressione sanguigna
  • Sistema immunitario stimolante.

Usi e forme di consumo:

  • Capsule: assumere 3 capsule 3 volte al giorno come misura preventiva.
  • Tintura: mescolare in una proporzione di 1/2 bulbo fresco in alcool al 95%. Prendi 40 gocce fino a 6 volte al giorno.
  • Denti freschi: mangiare 1 dente fino a 3 volte al giorno come misura preventiva.

4. Aloe.

Aloe Vera

Le sue proprietà principali sono:

  • antibatterico È usato per combattere i batteri.
  • Antimicrobica. Combatte i microrganismi o ne previene la comparsa.
  • Antinfiammatorio.
  • Antivirale. Combatte i virus e ne impedisce la riproduzione.
  • Anti-ulcera.
  • Guarigione.
  • Purgante.

Usi e forme di consumo:

Applicazione esterna: aprire le foglie fresche della pianta e applicare sulla ferita o bruciare fino a quando non è ben coperto.

5. Crytolepis.

Le sue proprietà principali sono:

  • antibatterico È usato per combattere i batteri.
  • Antiparassitario.
  • Antifungini. Distruggono o inibiscono la crescita e la riproduzione dei funghi.

Usi e forme di consumo:

  • Infuso: preventivamente, mescola un cucchiaio di erbe con 170 ml di acqua per fare una forte infusione. Prendi 1 o 2 volte al giorno.
  • Capsule: preventivamente, assumere 3 capsule 2 volte al giorno.
  • Polvere: per uso esterno, macinare e distribuire finemente nel sito di infezione tutte le volte che è necessario.
  • Tintura: mescolare in un rapporto 1/5 in alcool al 60%. Usa da 20 a 4 gocce fino a 4 volte al giorno.

6. Echinacea.

Echinacea

L'echinacea è stata ampiamente utilizzata per rafforzare il sistema immunitario. È considerato utile per la prevenzione e il trattamento di malattie stagionali, come raffreddori e influenza. L'echinacea è particolarmente conveniente nel caso di malattie del tratto respiratorio superiore, che possono includere, oltre al raffreddore, la tosse. È anche indicato per il trattamento di infezioni che coinvolgono il tratto urinario.

Precauzioni: l' echinacea è uno stimolante del sistema immunitario, pertanto è necessario evitare dosi prolungate. In rare occasioni può causare dolori articolari se assunto continuamente.

Le sue proprietà principali sono:

  • antibatterico È usato per combattere i batteri.
  • Antinfiammatorio.
  • Sistema immunitario stimolante.

Usi e forme di consumo:

  • Lavaggio: cuocere 57 g di capolini o radici in 237 ml di acqua per 15 minuti, lasciare riposare 1 ora e lavare i morsi velenosi tutte le volte che è necessario.
  • Polvere: spargere la polvere secca delle teste o delle radici dei semi il più finemente possibile sulle ferite.
  • Tintura: mescola i capolini essiccati in un rapporto 1/2 in alcool al 95%. Per raffreddori e influenza non prendere meno di 30 gocce ogni ora fino alla scomparsa dei sintomi.
  • Impacco: mescolare la polvere con acqua fino a quando non si addensa e posizionarla sulla zona interessata.

7. Juniper.

Juniper

Precauzioni: evitare di prenderlo in caso di malattia renale acuta, durante la gravidanza o con infiammazione gastrica. Dosi elevate o prolungate possono irritare i reni.

Le sue proprietà principali sono:

  • antibatterico È usato per combattere i batteri.
  • Anticatarrale . Serve per combattere il raffreddore.
  • Antifungini. Distruggono o inibiscono la crescita e la riproduzione dei funghi.
  • Antimicrobica. Combatte i microrganismi o ne previene la comparsa.
  • Antisettico: impedisce lo sviluppo di microrganismi patogeni.
  • Carminativo. Favorisce l'espulsione dei gas dal tratto digestivo e riduce flatulenza e coliche.

Usi e forme di consumo:

  • Infuso: fai bollire un cucchiaino di ginepro in 177 ml di acqua per 15 minuti. Per infezioni del tratto respiratorio o intossicazione alimentare, assumere tutte le volte che lo si desidera.
  • Lavaggio: per prevenire o curare l'infezione. Usa 25 g di erbe in 1 litro d'acqua, fai bollire per 30 minuti e lascia riposare per una notte.
  • Polvere: aggiungere la polvere vegetale per prevenire o curare un'infezione della ferita.
  • Tintura: mescolare le bacche in un rapporto 1/5 con il 75% di alcol. Usa da 5 a 30 gocce fino a 3 volte al giorno.
  • Vapori: bollire 100 grammi di aghi o semi schiacciati in 4 litri di acqua e inalare il vapore.

8. Eucalyptus.

eucalipto

Precauzioni: l' assunzione di 4 o 5 gocce di olio essenziale di eucalipto è tossica. L'olio può essere irritante se posizionato direttamente sulla pelle. L'ingestione di troppo tè può causare crampi intestinali.

Le sue proprietà principali sono:

  • antibatterico
  • Antifungini. Distruggono o inibiscono la crescita e la riproduzione dei funghi.
  • Antipiretico. La febbre diminuisce
  • Antisettico: impedisce lo sviluppo di microrganismi patogeni.
  • Diaforetico: questo ti fa sudare.
  • Stimolare le secrezioni mucose.

Usi e forme di consumo:

  • Infuso: bollire 25 gr di erbe in 237 ml di acqua, immergere per 30 minuti. Prendi l'infusione fino a 6 volte al giorno per raffreddore, mal di gola, congestione bronchiale, febbre o brividi.
  • Lavaggio: lavare le ferite infette con un'infusione di 25 g di erba in 237 ml di acqua, immergendola per 30 minuti.
  • Polvere: applicare la polvere su pelle infetta, ferite, ulcerazioni, se necessario.
  • Tintura: mescola 1/2 di erba fresca in un rapporto alcolico del 95%.
  • Gargarismi: 30 gocce di tintura in 177 ml di acqua. Fare i gargarismi fino a 3 volte al giorno e deglutire.
  • Spray nasale: 30 gocce di tintura in 30 ml di acqua con la frequenza desiderata.
  • Docce: 8 ml di tintura in 475 ml di acqua una volta al giorno.
  • Vapore: bollire da 75 a 100 grammi di erbe in 4 litri di acqua, togliere dal fuoco e inalare il vapore.

9. Semi di pompelmo.

Precauzioni: l' estratto di semi di pompelmo deve essere diluito prima dell'uso. L'uso a lungo termine può uccidere tutti i batteri intestinali e gli antibiotici ad ampio spettro. L'estratto diluito può causare irritazione alla pelle e alle mucose. Tenere lontano dalla portata dei bambini. Si consiglia cautela in gravidanza.

Le sue proprietà principali sono:

  • antibatterico
  • Antifungini. Distruggono o inibiscono la crescita e la riproduzione dei funghi.
  • Antimicrobica. Combatte i microrganismi o ne previene la comparsa.
  • Antiparassitario. Elimina o previene i parassiti.
  • Antisettico: impedisce lo sviluppo di microrganismi patogeni.
  • Antivirale. Combatte i virus e ne impedisce la riproduzione.

Usi e forme di consumo:

  • Lavaggio: da 2 a 40 gocce in 475 ml di acqua per ferite infette.
  • Disinfettante: da 30 a 40 gocce per 1 litro di acqua.
  • Per bendaggi: da 30 a 40 gocce in 1 litro di acqua distillata in un flacone spray.
  • Spray nasale: da 3 a 5 gocce fino a 6 volte al giorno.
  • Docce: da 6 a 12 gocce in 475 ml di acqua, due volte al giorno per 1 settimana.
  • Per purificare l'acqua: 3 gocce per ogni 237 ml di acqua.

10. Zenzero.

Zenzero

Lo zenzero è una vera panacea per la salute. Possono essere consumati freschi, come cibo in sé o sotto forma di spezie e condimenti, dopo essere stati essiccati e ridotti in polvere. L'effetto benefico dello zenzero fornisce l'infuso, è molto utile per il trattamento e la prevenzione di influenza, mal di gola, tosse e raffreddore.

Precauzioni: evitare dosi elevate durante la gravidanza.

Le sue proprietà principali sono:

  • Antidolorifico
  • Anti-artritico.
  • antibatterico
  • Anticoagulante.
  • Anti tosse.
  • Antispasmodico: aiuta a ridurre gli spasmi muscolari dell'intestino.
  • Antifungini. Distruggono o inibiscono la crescita e la riproduzione dei funghi.
  • Antinfiammatorio.
  • Antivirale. Combatte i virus e ne impedisce la riproduzione.
  • Carminativo. Favorisce l'espulsione dei gas dal tratto digestivo e riduce flatulenza e coliche.
  • Diaforetico: questo ti fa sudare.
  • Stimolante circolatorio.
  • Ipotensivo Abbassa la pressione sanguigna

Usi e forme di consumo:

  • Infuso: bollire 25 g di radice fresca per 5 minuti in 237 ml di acqua.
  • Capsula: macina l'erba in polvere e incapsula. Prendi 3 capsule 3 volte al giorno.
  • Tintura: mescolare radice fresca in una proporzione di 1/2 in alcool al 95%. Usa da 10 a 20 gocce fino a 4 volte al giorno.
  • Radice: mangia spesso la quantità desiderata.

11. Tesoro.

Precauzioni: Esistono tre casi in cui il miele può essere dannoso, se le api producono miele da piante velenose, a volte il miele crudo può avere spore di botulismo che possono essere molto pericolose per i bambini di età inferiore a 1 anno, in Raramente, le persone allergiche alle punture di api possono avere reazioni avverse al miele.

Le sue proprietà principali sono:

  • Antianemico: aiuta a ripristinare i normali meccanismi di produzione dell'emoglobina e la formazione di globuli rossi.
  • Antifungini. Distruggono o inibiscono la crescita e la riproduzione dei funghi.
  • Antinfiammatorio.
  • Antivirale. Combatte i virus e ne impedisce la riproduzione.
  • Sistema immunitario stimolante.
  • Espettorante: espelle catarro e secrezioni dalla faringe, dalla laringe, dalla trachea o dai bronchi.
  • Lassativo: serve a facilitare l'evacuazione della pancia.
  • Tonico: ricostituire.

Usi e forme di consumo:

  • Diluire in infusione: come preventivo, assumere un cucchiaio nell'infusione tre volte al giorno.
  • Applicazione esterna per ulcere, ferite, ustioni e infiammazione infettiva della pelle. Applicare direttamente non diluito, coprire con un bendaggio sterile e cambiare ogni giorno.
  • Non diluito: come preventivo, prendi un cucchiaio 3 volte al giorno.

12. Radice di foca dorata.

Precauzioni: non usare durante la gravidanza. Alcuni casi clinici riportano crampi addominali, tremori nervosi e secchezza in eccesso delle mucose quando vengono utilizzate dosi elevate.

Le sue proprietà principali sono:

  • Antimebian Lotta contro le infezioni causate da Entamoeba histolytica.
  • antibatterico È usato per combattere i batteri.
  • Antifungini. Distruggono o inibiscono la crescita e la riproduzione dei funghi.
  • Antiemorragico. Promuove la coagulazione del sangue.
  • Mucoso antinfiammatorio.
  • Astringente. Previene e aiuta ad eliminare i gas dal tratto digestivo, alleviando coliche e spasmi.
  • Diaforetico: questo ti fa sudare.
  • Espettorante: espelle catarro e secrezioni dalla faringe, dalla laringe, dalla trachea o dai bronchi.
  • Stimolare le secrezioni mucose.
  • Antisettico: impedisce lo sviluppo di microrganismi patogeni.

Usi e forme di consumo:

  • Infusione: per le infezioni virali o batteriche dell'occhio utilizzare un'infusione di radice in polvere. 1 cucchiaino in 177 ml di acqua calda, riposare per 1 ora e usare come collirio.
  • Polvere: applicare su qualsiasi taglio o ferita infetti.
  • Tintura: mescolare erbe fresche in un rapporto di 1/2 in alcool al 90%, 15-30 gocce fino a 4 volte al giorno. O radice secca in un rapporto 1/5, in alcool al 70%, da 20 a 50 gocce fino a 4 volte al giorno.
  • Doccia: 1 cucchiaino (5 ml) di infuso di radice in polvere in 475 ml di acqua. Utilizzare ogni mattina e sera fino alla scomparsa dei sintomi.

13. Liquirizia.

Precauzioni: la liquirizia ha molti effetti collaterali. Il sovradosaggio o l'uso prolungato possono causare una grave riduzione del potassio, ipertensione, riduzione della renina plasmatica e dell'aldosterone, edema e in dosi molto elevate, riduzione delle dimensioni e del peso del timo e del numero di cellule del sangue. Tutte queste controindicazioni tendono a diminuire entro 2-4 settimane dall'interruzione della liquirizia. È controindicato durante la gravidanza e nelle persone con terapia con corticosteroidi. Le citazioni che raccolgono questi effetti collaterali sono generalmente per caramelle ed estratti di liquirizia.

Le sue proprietà principali sono:

  • Antidiuretico: riduce l'escrezione di urina.
  • Antispasmodico: aiuta a ridurre gli spasmi muscolari dell'intestino.
  • Antiiperglicemico: riduce la quantità eccessiva di glucosio nel sangue.
  • Antiepatotossico: agisce contro l'epatotossicità.
  • Antinfiammatorio: combatte l'infiammazione.
  • Antiulcera: blocca la secrezione di acido cloridrico e facilita la riparazione delle ulcere gastriche e duodenali.
  • Antiossidante: impedisce l'ossidazione.
  • Demulcente: aiuta e protegge i tessuti irritati o infiammati.
  • Stimolante gastrico: stimola l'apparato gastrico.
  • Stimolante della secrezione pantrica: stimola le secrezioni pantriche.
  • Sistema immunitario stimolante.
  • Espettorante: espelle catarro e secrezioni dalla faringe, dalla laringe, dalla trachea o dai bronchi.
  • Inibitore dei radicali liberi.
  • Immuno-modulazione. Modifica una o più funzioni del sistema immunitario.
  • Lassativo: serve a facilitare l'evacuazione della pancia.

Usi e forme di consumo:

  • Infuso: 1/2 a 1 cucchiaino di radice in polvere in 237 ml di acqua. Far bollire a fuoco basso per 15 minuti. Prendi fino a 3 tazze al giorno.
  • Capsule: da 2 a 8 capsule al giorno.
  • Tintura: mescolare radice secca in un rapporto 1/5 in alcool al 50%. Prendi da 30 a 60 gocce fino a 3 volte al giorno.

14. Salvia.

saggio

Precauzioni: non è consigliabile prendere la salvia né durante la gravidanza né durante il periodo dell'allattamento.

Le sue proprietà principali sono:

  • antibatterico È usato per combattere i batteri.
  • Antisettico: impedisce lo sviluppo di microrganismi patogeni.
  • Astringente. Previene e aiuta ad eliminare i gas dal tratto digestivo, alleviando coliche e spasmi.
  • Diaforetico: questo ti fa sudare.
  • Espettorante: espelle catarro e secrezioni dalla faringe, dalla laringe, dalla trachea o dai bronchi.

Usi e forme di consumo:

  • Infuso: 2 cucchiaini di foglie in 237 ml di acqua, immergere per 15 minuti. Fare i gargarismi e poi ingerire per infezioni alla gola e febbre da 3 a 6 volte al giorno. Per uso tonico lasciare riposare 113 gr in un litro di acqua durante la notte e bere freddo per 7 giorni durante il giorno successivo.
  • Polvere: cospargere su ferite infette.
  • Tintura: mescolare erbe fresche in un rapporto 1/2 con alcool al 95%. O erba secca in un rapporto 1/5 in alcool al 50%. Uso preventivo: da 10 a 30 gocce fino a 3 volte al giorno. In condizioni acute, da 30 a 60 gocce fino a 6 volte al giorno.
  • Olio essenziale: in diffusore o gocce in 30 ml in spray nasale. Il suo utilizzo in un diffusore aiuta a prevenire e curare l'infezione.
  • Vapori: mescolare 113 grammi di erbe in 4 litri di acqua, portare ad ebollizione e inalare il vapore.

15. Usnea.

Precauzioni: la tintura usnea è spesso irritante per le mucose della bocca e della gola. Deve essere diluito in un bicchiere d'acqua prima del consumo. Test sugli animali hanno dimostrato che quantità eccessive di acido usnico sono tossiche per gli animali, sebbene non sia stata osservata alcuna tossicità nell'uso umano. Generalmente la quantità di usnea ingerita non contiene quantità sufficienti di metalli pesanti che possono danneggiare il corpo. Anche se si consiglia di raccogliere la linea ad almeno 100 m dalle strade, dalle fabbriche e dalle aree contaminate.

Le sue proprietà principali sono:

  • antibatterico È usato per combattere i batteri.
  • Antifungini. Distruggono o inibiscono la crescita e la riproduzione dei funghi.
  • Stimolante del sistema immunitario : stimola il sistema immunitario.

Usi e forme di consumo:

Polvere: cospargere nel sito di infezione. Tranne l'impetigine (infezione da stafilococco della pelle): utilizzare la tintura direttamente o diluire il 50% e applicare direttamente sul sito di infezione con un batuffolo di cotone.

Articoli Correlati