La serra del futuro: il tuo cibo per tutto l'anno. Guida pratica alla costruzione

Molte persone comprendono dalla serra del futuro ciò che, in alcuni casi, è già la serra del presente. Almeno se parliamo di persone come il canadese Francis Gendron e i suoi colleghi Christin Désilets e Curt Close, che oggi hanno un'idea chiara dei passi da seguire per avere una serra che non rappresenti un grande costo economico o spreco di risorse.

Al momento di disegnare lo schizzo di quella che sarebbe la migliore serra in termini sostenibili, questa banda di canadesi ha pensato all'urgenza necessaria per risparmiarci il costo del trasporto di merci, nonché l'utilità di ogni persona che sa trarre vantaggio dalla propria suolo e risorse. Sebbene arrivassero a riferirsi a possibili periodi di siccità o guerre, non è necessario mettersi in uno scenario scoraggiante o apocalittico per sapere che questa idea di Gendron ci consentirebbe di ottenere l'indipendenza, andando così senza il servizio di terzi per nutrirci.

Come imitare l'idea di Gendron?

Il tuo progetto di serra - un piano fai-da-te al 100% - non dipenderebbe tanto dal tempo quanto dalle serre più tradizionali. Pertanto, ogni utente potrebbe coltivare prodotti biologici tipici di qualsiasi area.

Il fatto di non dipendere dalle condizioni meteorologiche non dovrebbe più sorprenderci: non dobbiamo dimenticare l'importante ruolo che l'illuminazione a LED ha avuto in questo settore, in grado di ottimizzare la produzione in molte serre e con un prezzo che tende a calare , che aiuta la tasca di coloro che vogliono lanciare i propri raccolti.

In ogni caso, Gendron ha deciso in questo caso di creare il proprio microclima all'interno della serra, sfruttando le risorse della terra e dando una seconda vita a utensili come le gomme.

Quali erano le tue regole all'avvio del progetto?

  • Il team ha deciso di creare una serra semi-sepolta per sfruttare le proprietà isolanti della terra.
  • Hanno usato i suddetti pneumatici come pareti, riempiendoli di terra e mantenendo così la temperatura degli interni.
  • Posizionarono le classiche lastre di policarbonato a effetto serra rivolte a sud, qualcosa di essenziale per sfruttare al massimo le ore di luce solare nell'emisfero settentrionale.
  • Hanno fornito acqua alla serra attraverso un efficace sistema di raccolta dell'acqua piovana. Il liquido viene immagazzinato in botti all'interno della struttura, contribuendo così a regolare la temperatura.
  • Hanno proposto che il resto del design del pezzo sia ecologico, ricorrendo al riciclaggio di molti altri elementi necessari.

Questa idea ha raggiunto quelli in Canada a seguito della partecipazione a un corso della Earthship Academy. Il numero di organismi che ci incoraggiano a ridurre la nostra impronta di carbonio è in aumento.

Pagina del progetto: greenhouseofthefuture.com

Articoli Correlati