Vantaggi, proprietà e usi della regina dei prati

Vantaggi, proprietà e usi della regina dei prati

La regina dei prati è un arbusto erbaceo originario dell'Europa, ma si trovano anche in Nord America.

Il fiore selvatico ornamentale di ulmaria è cremoso, giallo-bianco e ha un aroma simile all'olio verde invernale.

Usi tradizionali della regina dei prati.

Nel 1597, il botanico John Gerard notò che il profumo della regina dei prati "delizia i sensi".

Nel 1652, il medico inglese Nicholas Culpeper scrisse sugli effetti terapeutici della pianta sullo stomaco. Nel 1682, la regina dei prati fu menzionata in una base di piante olandese.

Sappiamo anche che la regina Elisabetta I adornava i suoi appartamenti con questa straordinaria pianta.

I fiori venivano usati per aromatizzare le bevande alcoliche nei paesi di Inghilterra e Scandinavia. Nel Medioevo , la regina dei prati era conosciuta come " meadwort" perché veniva utilizzata per aromatizzare l'idromele, una bevanda alcolica a base di miele fermentato e succhi di frutta.

Original text


Nel 1838, l'acido salicilico, sintetizzato per la prima volta nel 1890 per produrre aspirina, fu isolato dalla pianta

La parola "aspirina" deriva da "Spirin", basato sul nome scientifico della regina dei prati, " Spiraea ".

Oggi è usato come rimedio digestivo, come terapia di supporto per il raffreddore, come antidolorifico e per altre indicazioni.

Vantaggi e proprietà.

La regina dei prati è stata usata per trattare raffreddori, problemi respiratori, indigestione acida, ulcere peptiche, artrite e reumatismi, malattie della pelle e diarrea.

Si ritiene che la Filipendula ulmaria abbia varie proprietà medicinali come antinfiammatorio, diuretico diaforetico, emostatico, sanitario, antisettico dello stomaco e agisce anche come tonico.

La radice fresca viene spesso utilizzata in piccole quantità in molti preparati omeopatici per vari disturbi.

I principi attivi presenti in questa pianta medicinale sono olii essenziali, flavonoidi, glicosidi fenolici, acido salicilico e tannini.

La regina dei prati era una delle tre erbe medicinali più sante dei druidi .

I rami e le foglie fioriti sono utilizzati in varie preparazioni mediche. Parti della pianta possono essere essiccate e conservate per uso futuro.

L'infiorescenza è composta da acido salicilico, che viene utilizzato nella sintesi dell'aspirina del farmaco. La pianta medicinale è un prezioso rimedio a base di erbe che viene utilizzato per trattare la diarrea e si ritiene che sia molto efficace nel trattamento della diarrea nei bambini.

La regina dei prati sembra essere un efficace farmaco per lo stomaco , usato nel trattamento della gastrite, bruciore di stomaco, iperacidità e ulcere peptiche. Per questo tipo di disturbi, questa erba medicinale è uno dei più potenti rimedi a base di erbe tradizionalmente usati.

Inoltre, questa pianta medicinale è un trattamento naturale che viene spesso utilizzato per i disturbi del sangue. Si ritiene inoltre che sia molto efficace contro i patogeni che causano la difterite, la dissenteria amebica e bacillare e la polmonite.

L'intera pianta è un trattamento naturale per uno stomaco acido.

Questa erba è stata usata per trattare il dolore naturale e ridurre la febbre. Una piccola quantità della radice dei prati può essere utilizzata per sbarazzarsi del mal di testa. Si ritiene che ciò sia efficace a causa dei componenti simili all'aspirina presenti nell'erba.

Un forte decotto della radice bollita viene utilizzato esternamente per sbarazzarsi di varie ulcere e piaghe.

Controindicazioni.

  • Ipersensibilità ai salicilati.
  • Astenersi dalla prescrizione di estratti concentrati di Ulmaria in caso di ulcere gastroduodenali, sanguinamento attivo o quando si seguono trattamenti anticoagulanti o emostatici.
  • Non prescrivere forme di dosaggio orale alcoliche a bambini di età inferiore ai due anni o a consulenti nel processo di sospensione dell'alcool.

Consultare il proprio medico prima di iniziare qualsiasi trattamento con prodotti naturali.

Articoli Correlati