Come fare un biodigester fatto in casa

Come fare un biodigester fatto in casa

Inizialmente, a seconda del serbatoio disponibile, questa sarà la quantità di biogas prodotta dal digestore . Gli usi di questo biogas potrebbero essere la cottura di alcuni alimenti, il riscaldamento di una stanza, l'illuminazione o semplicemente per progetti o esperimenti domestici. Per quest'ultimo, un bruciatore Bunsen sarebbe molto utile poiché consente di regolare facilmente il flusso di gas e la miscela aria-biogas.

Il biodigester dovrebbe essere costruito in base alla disponibilità di risorse e non cercare di farlo esattamente con i materiali che menzionerò di seguito. Ricorda "le tre R"; ridurre, riutilizzare e riciclare.

Come costruire un biodigester?

Materiali biodigester fatti in casa

I materiali e la loro descrizione.

Il reattore e l'ingresso di materiali.

  • Un serbatoio o un fusto tra 120 e 220 litri di capacità. Sono generalmente blu con un coperchio aderente.
  • Spina di pulizia sanitaria (4 "): è una specie di adattatore con tappo a vite.
  • Segmento di tubo corto (4 ”): passa attraverso l'apertura e collega la“ spina adattatore ”all'esterno con la riduzione all'interno del serbatoio. Deve essere abbastanza corto da consentire sia alla riduzione che alla spina dell'adattatore di intrappolare la parete del coperchio del serbatoio e quindi consentire un migliore fissaggio e sigillatura. È inoltre possibile utilizzare flange sanitarie incollate al silicone sul serbatoio.
  • Riduzione del PVC da 4 "a 3".
  • Tubo sanitario in PVC (3 ”): da riduzione a 5 cm prima del fondo del serbatoio.

Per l'uscita dell'effluente:

  • Adattatore per serbatoio (2 ").
  • Tubo in PVC (2 ”) per il tubo di uscita dell'effluente.
  • 3 gomiti in PVC (2 ").
  • Adattatore serbatoio (1 ”) per collegare la valvola.
  • Valvola a sfera in PVC (1 ”) Per l'uscita inferiore dell'effluente più pesante.

Per uscire dal biogas (in ordine):

  • Connettore del serbatoio (1/2 ”).
  • Valvola a sfera con filettatura (1/2 ”).
  • Adattatore Manquera.
  • Tubo.

Per unire le parti e sigillare:

  • Saldatura (colla) per PVC.
  • Silicone sigillante trasparente, resistente ai funghi!: Per sigillare attorno alle articolazioni nel serbatoio e prevenire perdite.

(") = Pollici.

Come fare un biodigester fatto in casa

Il serbatoio ha due fori laterali e due fori nel coperchio. Uno sul lato inferiore per la valvola da 1 pollice; un altro nella parte centrale per l'uscita dell'effluente. Nel coperchio uno sarà per l'ingresso del materiale e l'altro per l'uscita del biogas, sempre del diametro del pezzo che lo attraversa.

Per immagazzinare il biogas viene utilizzato un serbatoio a campana galleggiante, molto facile da costruire con due tamburi; una grande dove va l'acqua e una leggermente più stretta che è posta a faccia in giù all'interno della precedente. Il tubo che proviene dal digestore viene introdotto nel serbatoio più grande e bolle in modo tale che il gas sale e viene intrappolato nel serbatoio più piccolo che ha una valvola per l'uscita del gas con un tubo e un sifone.

Come usare un Biodigester per batteria.

Non dobbiamo dimenticare che questo biodigester è più che altro "sperimentale". Ciò che intendo è che costituisce un'unità per il test e la raccolta di informazioni piuttosto che come una fonte stabile di biogas per uso domestico. Per quest'ultimo, si consiglia un biodigester di capacità superiore.

Per utilizzare il biodigester, il produttore deve precedentemente installare i collegamenti, i tubi, la valvola di sicurezza, il serbatoio del biogas e il bruciatore, nonché controllare i collegamenti per evitare perdite di gas o aria che penetra nell'apparecchio. Una volta risolti questi preparativi, sarà possibile continuare a riempirlo.

Materia organica utilizzabile.

  • Letame fresco o liquame di animali erbivori o onnivori (esempio: maiali).
  • Rifiuti di cucina e avanzi di cibo ( eccetto gli agrumi).
  • Olio da cucina usato (solo il 5%).
  • Resti vegetali di mercato.
  • Erba appena tagliata - mescolata con altri materiali.
  • Segatura (segatura) "vecchio" miscelato con altri materiali.

Esistono altri materiali che non consiglio perché sono più difficili da degradare o non adatti a un biodigester di queste caratteristiche . Generalmente non dovrebbero essere usati residui di agrumi, semi, cereali integrali, paglia o steli di grano, trucioli di legno, foglie, scarti di giardino, escrementi di animali carnivori come gatti o cani e non materia fecale umana. Ossa, pietre, vetro, metallo, plastica e gusci di riso non sono considerati per questo uso.

Per consentire un rapido degrado, tutti i materiali che verranno utilizzati devono essere frantumati, frantumati o frantumati a seconda dei casi, in frammenti non più grandi di 1o mm per i più morbidi e meno di 5 mm i più consistenti. Più piccolo è, meglio è.

Caricare.

Il carico sarà costituito dalla miscela del 20-25% di materiale organico e dall'80 al 75% di acqua. Parte di questa acqua può essere sostituita dal liquido trattato (effluente) che fuoriesce dal biodigester noto anche come biolo, e in questo modo produce più biogas a scapito di ottenere meno fertilizzante.

Tempo di ritenzione e carico giornaliero.

A seconda della temperatura ambiente, questo sarà il tempo di ritenzione dei materiali aggiunti al biodigester. La tabella seguente indica il tempo di ritenzione in base alla temperatura.

Uno spazio di "aria" sarà lasciato nel biodigester del 25% (1/4) nel serbatoio-biodigester, quindi verrà utilizzato solo il 75% della sua capacità, che chiameremo volume di lavoro (VT). Il tubo di uscita sarà disposto come un troppo pieno, in modo che vi sia sempre 1/4 della capacità per la fase gassosa.

La carica della miscela da aggiungere quotidianamente viene calcolata come segue:

  1. VT = CTT x 0,75
  2. CD = VT / TR

Essere:

  • VT : volume di lavoro in litri.
  • CTT : capacità totale del serbatoio in litri.
  • CD : carico giornaliero del mix da aggiungere.
  • TR : tempo di conservazione in giorni (vedi tabella).

Esempio: quando fa caldo, per un biodigester da 120 litri, il volume di lavoro sarà di 90 litri (120 L x 0,75 = 90) e il carico giornaliero della miscela sarà di 4,5 litri (90L / 20 = 4,5L).

Funzionamento.

Il biodigester dovrebbe essere inizialmente riempito (3/4) con la miscela di sostanza organica e acqua in pochi giorni per evitare il rilascio di odori in eccesso. Dopo il riempimento non verrà aggiunta alcuna ulteriore miscelazione fino a quando la produzione di metano non sarà iniziata bene e quindi rimarrà per diversi giorni. In questo caso, il carico calcolato per il tuo specifico biodigester verrà aggiunto quotidianamente, sempre attraverso la copertura in PVC sulla parte superiore del digestore.

Il tubo di uscita del biodigester sarà il troppo pieno attraverso il quale uscirà l'effluente liquido o il biolo ogni volta che il carico viene aggiunto all'apparato.

Per quanto riguarda la quantità di biogas che verrà prodotta, non esiste un "numero magico" per tutti i possibili substrati. Sarà meglio cercare ogni materiale che prevedi di utilizzare in un articolo o in un libro.

Non dimenticare che queste sono solo alcune linee guida e che puoi sperimentare vari tempi di ritenzione, materiali organici, diluizione del carico o altri aspetti.

ATTENZIONE : IL BIOGAS È UN CARBURANTE. Adottare adeguate misure di sicurezza e consultare un professionista. Il processo sarà più veloce se vivi con tempo caldo, poiché la temperatura accelera il processo. Tuttavia, non lasciare mai il biodigester in pieno sole perché ciò creerebbe improvvisi sbalzi di temperatura ogni giorno.

Via: energiacasera.wordpress.com

Articoli Correlati