La tua tazza di caffè mattutina contiene 140 litri di acqua

Piantagione di caffè per l'irrigazione

Molti dei prodotti che consumiamo e che sprechiamo quotidianamente richiedono enormi quantità di acqua per la loro coltivazione e / o fabbricazione. I cambiamenti climatici e la crescente popolazione renderà il liquido vitale una risorsa ancora più scarsa in futuro.

L'acqua è una risorsa preziosa presente nella maggior parte del cibo che consumiamo. La carne, ad esempio, fa un uso intensivo dell'acqua . Ad esempio, un chilo di carne bovina richiede 15.415 litri di acqua, che vengono utilizzati principalmente per coltivare il cibo consumato dagli animali.

L'agricoltura non è l'unico settore ad alta intensità idrica. L'industria tessile consuma in un anno l'equivalente di 32 milioni di piscine olimpiche . Una semplice maglietta può contenere 2.720 litri di acqua e un paio di jeans richiede 10.000 litri per la produzione.

Ma non è tutto, le centrali a carbone di tutto il mondo consumano l'equivalente del fabbisogno idrico di 1 miliardo di persone .

Prospettive per l'acqua in futuro.

Secondo le Nazioni Unite, 2,1 miliardi di persone non hanno accesso alle forniture di acqua potabile, 844 milioni non hanno accesso a un servizio di base di acqua potabile. Ogni anno 36.000 bambini di età inferiore ai cinque anni muoiono per malattie trasmesse dall'acqua come la febbre tifoide, l'epatite A, la dissenteria o il colera.

La domanda di acqua continuerà ad aumentare a causa della crescita della popolazione e dell'espansione delle città . Il problema è che la fornitura diventerà sempre più difficile a causa dell'alta contaminazione delle falde acquifere con acque che non subiscono alcun trattamento.

Si prevede che i cambiamenti climatici aumenteranno la carenza del liquido vitale e genereranno una maggiore pressione sull'approvvigionamento. Si prevede che avrà un impatto sul prodotto interno lordo di molti paesi, aumenterà la migrazione e persino causerà enormi conflitti armati.

La sicurezza idrica è diventata un rischio globale che può compromettere seriamente il raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile. Se il tasso di crescita della popolazione viene mantenuto, entro il 2030 il mondo dovrà affrontare un deficit del 40% tra la domanda prevista e la sua offerta.

Articoli Correlati