Il 2017 è stato l'anno più caldo della storia per gli oceani

Il 2017 è stato l'anno più caldo della storia per gli oceaniImmagine di Shutterstock

L'anno scorso non è stato solo uno degli anni più caldi sulla superficie terrestre, è stato anche l'anno più caldo in assoluto per gli oceani, secondo un nuovo studio dell'Istituto di fisica atmosferica (IAP) / Accademia delle scienze cinese.

La temperatura dell'oceano nel 2016 è stata inferiore rispetto al 2015 e al 2017 a causa di un grande evento, El Niño, che ha rimosso il calore dall'oceano. Come ha spiegato il professore di scienze termiche Dr. John Abraham in The Guardian, " Durante il fenomeno El Niño, l'Oceano Pacifico tende ad avere acque superficiali molto calde, causando una perdita di calore nell'atmosfera (quindi l'oceano si raffredda e l'atmosfera si riscalda.) Al contrario, il processo inverso si verifica durante una ragazza. ”

Originaltext


Nonostante il calo nel 2016, gli ultimi cinque anni sono rimasti i cinque più caldi per gli oceani da quando sono stati registrati.

Questo grafico si riferisce all'aumento della temperatura degli oceani dagli anni '50.

Ogni barra mostra la media annuale relativa a una linea di base 1981-2010. L'ultima barra a destra mostra il valore 2017. Dati affidabili sulla temperatura dell'oceano risalgono al 1958.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Advances in Atmospher Sciences, ha determinato che l'aumento della temperatura degli oceani nel 2017 si è verificato nella maggior parte delle regioni del mondo, con gli oceani Atlantico e Meridionale che mostrano più riscaldamento rispetto agli oceani Pacifico e Indiano.

La ricerca evidenzia che la misurazione del calore oceanico è essenziale per monitorare gli effetti dei cambiamenti climatici:

Grazie alla sua grande capacità termica, l'oceano accumula il riscaldamento derivante dalle attività umane; infatti, oltre il 90% del calore residuo della Terra correlato al riscaldamento globale viene assorbito dall'oceano. Come tale, il record della temperatura globale dell'oceano ha la firma del riscaldamento globale ed è meno influenzato dalla variabilità del tempo e del clima, come i fenomeni di El Niño e La Niña. Il 2016 è stato più freddo del 2015 e del 2017 a causa di El Niño, che ha assorbito un po 'di calore dall'oceano. Secondo l'analisi dell'oceano IAP, gli ultimi cinque anni sono stati i cinque più caldi dell'oceano. Le misurazioni del riscaldamento degli oceani sono un indicatore più affidabile delle misurazioni atmosferiche per tracciare i segni vitali della salute del pianeta. "

Abraham, che non è stato coinvolto nello studio, ha descritto i risultati come " davvero sorprendenti " e ha osservato che le conseguenze del riscaldamento degli oceani potrebbero includere il calo dei livelli di ossigeno negli oceani, lo scolorimento dei coralli, lo scioglimento del ghiaccio marino come le calotte glaciali che causano l'innalzamento del livello del mare.

Immagine di Shutterstock

" Le conseguenze di questo riscaldamento annuale hanno un impatto reale sull'uomo", ha detto Abraham. "Fortunatamente, sappiamo perché gli oceani si stanno riscaldando (a causa dei gas serra) e possiamo fare qualcosa al riguardo. Possiamo prendere provvedimenti per ridurre il riscaldamento globale utilizzando l'energia in modo più intelligente e aumentando l'uso di energia pulita e rinnovabile (come l'energia eolica e solare). "

Lo studio cinese sottolinea che la salute degli oceani - e la salute dei suoi animali - è fortemente influenzata dalle attività umane.

Articoli Correlati