Tipi di pannelli solari per ottenere il massimo dal sole

Tipi di pannelli solari per ottenere il massimo dal sole

L'energia solare è l'alternativa pulita per eccellenza per l'uso domestico. Nonostante ciò, e la crescita che sta registrando in tutto il mondo, l'ignoranza al riguardo è ancora diffusa. Questo rende più difficile per molte persone che potrebbero beneficiare di questa fonte rinnovabile. Affinché ciò non accada, ci fermiamo a uno degli elementi base dell'attrezzatura per conoscere i tipi di pannelli solari esistenti e, quindi, essere in grado di sfruttare al massimo l'energia pulita.

Prima di iniziare a pensare all'installazione di un sistema di pannelli solari, è necessario assicurarsi che la propria casa, più specificamente il tetto, sia pronta per tale installazione. Il tuo tetto deve essere in buone condizioni; Se sai che il tuo tetto deve essere riparato, allora dovresti fare quelle riparazioni prima di installare eventuali pannelli solari. In caso contrario, sarà necessario rimuovere e ricollegare i pannelli durante future riparazioni o sostituzioni.

Dovresti anche assicurarti che non ci siano grandi aree d'ombra sulla maggior parte del tetto per la maggior parte della giornata, specialmente durante le ore di maggior sole. Il paralume impedisce ai pannelli solari di funzionare alla massima efficienza.

Una volta che sai che il tuo tetto è compatibile, è tempo di considerare il tipo di pannello solare più adatto alla tua casa e per cosa vuoi usarlo, generare elettricità, riscaldare l'acqua ...

Il classico: pannello solare fotovoltaico.

Pannello solare fotovoltaico

Dove dice, dovrebbero essere quelli perché, sebbene questi pannelli siano i più popolari, in termini di utilizzo e livello di conoscenza da parte della popolazione generale, non esiste un singolo pannello solare fotovoltaico.

Prima di ciò, iniziamo con le basi. Le lastre fotovoltaiche che fanno è catturare l'energia che proviene dal sole in modo che, da lì, viene convertita in corrente alternata adatta per alimentare le diverse apparecchiature della casa. In questo senso, è importante tenere presente che un pannello solare di questo tipo, da solo, varrà poco o nulla. Questo perché le piastre sono solo uno dei componenti necessari per un impianto solare domestico che, inoltre, avrà bisogno di un inverter e, a seconda dell'uso che viene fornito, delle batterie di accumulo.

In ogni caso, i pannelli sono la chiave e il punto di partenza. Pertanto, è importante sapere che esistono molti tipi esistenti. Per cominciare, è necessario distinguere tra due fondamentali: pannelli monocristallini e pannelli policristallini. La scelta dell'uno o dell'altro avrà conseguenze, sia nel prezzo dell'installazione che nel livello di efficienza, tra gli altri aspetti.

Un punto in cui i due pannelli precedenti coincidono è il materiale con cui sono realizzati: il silicio. Proprio come i pannelli fotovoltaici dominano il mercato, questo materiale lo fa nelle celle solari di questa tecnologia. Tanto che si stima che 9 pannelli fotovoltaici su 10 utilizzino silicio .

Tuttavia, l'innovazione in questo campo non si ferma, quindi è necessario continuare ad aggiungere le tipologie precedenti. Pannelli bio-fotovoltaici come questi, dell'Università di Cambridge, o altri come i pannelli a film sottile stanno iniziando a guadagnare terreno in un mondo in cui, inoltre, molte altre alternative devono ancora venire.

Collettori solari.

Collettori solari

Coloro che non sono ancora coinvolti nel mondo delle energie pulite, potrebbero non essere consapevoli del fatto che sono multiuso. Pertanto, oltre a generare elettricità, l'energia solare può essere utilizzata per riscaldare una casa , riscaldare una piscina o fare lo stesso con l'acqua calda sanitaria (ACS). Tutto quanto sopra, ovviamente, a condizione che sia disponibile la corretta installazione.

Quale? Quello che, di fronte ai classici pannelli fotovoltaici, va ai pannelli solari termici o ai collettori solari . In questo caso, ciò che verrebbe raggiunto è che l'energia che viene recuperata dal sole viene convertita, non più in elettricità, ma in calore utilizzabile per uno qualsiasi degli usi elencati.

Sebbene questo sia un universo in costante innovazione, a grandi linee, i collettori solari che si possono trovare sul mercato sono divisi in tre classi, che vanno dalla bassa temperatura all'alta. Tra i due, i collettori a media temperatura, che riescono a raggiungere i 90 gradi utilizzando una copertura che impedisce la dispersione di calore.

Un po 'meno, in particolare 50 gradi, raggiungono i pannelli termici a bassa temperatura che, con ciò, consentirebbero di utilizzare l'energia solare per il riscaldamento domestico e soddisfare le esigenze di acqua calda sanitaria. Gli stessi usi verrebbero dati ai collettori a media temperatura, che sarebbero adatti per abitazioni e superfici commerciali.

Infine ci sarebbero i collettori ad alta temperatura, che possono portarlo molto più in alto rispetto ai precedenti. Questa tipologia è orientata alla generazione di elettricità nelle centrali termoelettriche, quindi è fuori uso residenziale. Per inciso, a questo scopo, è possibile realizzare un collettore solare domestico per coloro che amano il fai-da-te ( fai da te o fai da te).

Original text


2 x 1: pannello solare ibrido.

Per spremere il meglio da uno (il fotovoltaico) e il meglio dall'altro (il collettore termico) arriva il pannello solare 2 × 1 o, come è ufficialmente noto, il pannello solare ibrido. Come suggerisce il nome, in questo caso viene offerta una soluzione che combina i due precedenti , in un unico pannello, per catturare energia dal sole per generare elettricità e, inoltre, per produrre calore con cui riscaldare l'acqua calda sanitaria o riscaldare una casa.

Pertanto, il muscolo di questo tipo di pannello è evidente, perché favorisce entrambi gli usi e, inoltre, perché rappresenta una riduzione significativa dello spazio richiesto per l'installazione. Questo perché quando si sceglie questo tipo di pannello misto si passa da due installazioni a una.

Pertanto, questa alternativa è ideale per coloro che vogliono ottenere il massimo dal sole, ma hanno difficoltà a farlo a causa della mancanza di spazio. Oltre ai proprietari di case, quelli di qualsiasi altra struttura (scuole, ospedali, ecc.) Possono anche andare alle installazioni solari ibride. Inoltre, questi pannelli possono essere molto adatti per la tua applicazione industriale.

La pasta? Non sono ancora così diffusi come i moduli solari fotovoltaici e i collettori termici. Tuttavia, a poco a poco. In effetti, in Spagna sono già in corso iniziative per estendere l'uso di questa opzione, come il pannello solare ibrido che, se attivato, promette un miglioramento delle prestazioni dei pannelli fotovoltaici fino al 15%.

Articoli Correlati